Solstizio d’inverno

Evento videomapping

Credits:

A cura di: SULLALUNA, Nicola Vitale, Stefano Finocchiaro, Alessandro Venuto.

Service video: Meridional Service, Auditore Service, Nicoloso Service.

L’obiettivo dello spettacolo consiste nel celebrare lo spirito del Natale traendo ispirazione dal significato che aveva in origine questa festività.

Nei giorni precedenti il 25 dicembre le ore di luce durante il giorno diminuiscono fino ad arrivare al minimo, dando così spazio alla notte più lunga dell’anno. Dal 25 dicembre in poi il Sole “rinasce”, donando nuova vita e nuova luce.

Sulla base di questo evento e del suo significato metaforico, lo spettacolo è mirato a raccontare il ruolo fondamentale della luce, che emerge dall’oscurità proprio attraverso il videomapping, che fa proprio della luce e del buio i suoi elementi principali.

L’idea cardine consiste quindi nella personificazione di questi due elementi anche in forma teatrale, trasformandoli cioè in personaggi che si mescolano e si avvinghiano l’un l’altro, sprofondando nell’oscurità per poi dar vita ad una nuova luce.

Lo spettacolo si reggerà anche sull’interazione con le arti di strada, per creare un’ atmosfera calda e coinvolgente dentro cui immergersi.

Percorrendo la strada dell’essenzialità della festa, si auspica un ritorno al senso reale, scardinando in parte i simboli comuni associati al Natale e guidando lo spettatore verso una riflessione sul senso della rinascita spirituale: la luce che vince sul buio, come la fede che vince sul vuoto.

Progetti simili